Artisti per Frescobaldi
Artisti per Frescobaldi
Edizione 2013

Giovanni Ozzola, Elisa
Sighicelli e Rä di Martino
hanno interpretato la Tenuta
di Castelgiocondo

L'Edizione

La prima edizione del Premio si è svolta Italia e ha visto protagonista la tenuta di Castelgiocondo, a Montalcino, dove Marchesi de’ Frescobaldi produce il Castelgiocondo Brunello. Gli artisti selezionati Giovanni Ozzola, Elisa Sighicelli, Rä di Martino sono stati invitati a creare un’opera ispirata dalla tenuta. Nel mese di febbraio 2013, la giuria formata da tre direttori di museo italiani ha attribuito il premio all’opera Senza titolo (una botte di ferro) realizzata da Elisa Sighicelli.

Nel mese di marzo, durate il Vinitaly, è stata presentata l’edizione limitata di magnum di Castelgiocondo Brunello con le etichette realizzate dai 3 artisti e ispirate alle rispettive opere.

Tenuta

Eretto nel 1100 a difesa della via che dal porto di Talamone portava a Siena, il castello è proprietà di Frescobaldi dal 1989. Una delle prime aziende produttrici di Brunello di Montalcino già dalla fine del XIX secolo, Castelgiocondo è terra di vini di grande struttura, complessi ed equilibrati.
La tenuta si trova sul versante sud-ovest di Montalcino, ad una altitudine tra i 180 e i 400 metri sul livello del mare, e si estende su 815 ettari. I terreni della tenuta, assai diversificati a seconda dell’altitudine, e il clima caldo, asciutto e ventilato sono le condizioni ideali per la produzione di vini concentrati, potenti e strutturati, ma caratterizzati al tempo stesso da grande equilibrio ed eleganza: Castelgiocondo Brunello di Montalcino Riserva DOCG, Castelgiocondo Brunello di Montalcino DOCG, Campo ai Sassi Rosso di Montalcino DOC e Lamaione IGT.

Artisti per Frescobaldi
RÄ DI
MARTINO

È nata a Roma nel 1975. Vive e lavora a Torino.
Dopo aver girato il mondo per studiare e produrre arte, nel 2005 si è trasferita a New York, dove lavora principalmente concentrandosi sul linguaggio del film/video e della fotografia. La sua produzione, raffinata e dal forte impatto visivo, la porta a confrontarsi in generale con i meccanismi della finzione e in particolare con i miti e gli stereotipi del Cinema, dallo star system alle grandi macchine che producono sogni, da Hollywood a Cinecittà.
Vincitrice del Talent Prize nel 2008, ha esposto in diversi spazi privati e pubblici in Italia e all’estero.

GIOVANNI
OZZOLA

È nato a Firenze nel 1982, vive e lavora tra Prato e Parigi.
Dopo una serie di viaggi, dal 2001 si ristabilisce in Italia e sviluppa un proprio percorso artistico incentrato sulla luce come materia per la formulazione della propria visione. Punto focale del suo lavoro è l’interesse per lo spazio tridimensionale e la luce, attraverso cui sviluppa una ricerca sul rapporto tra l’immagine come rappresentazione mentale e la realtà.
Vincitore nel 2011 del Premio Cairo, ha esposto in diversi spazi privati e pubblici in Italia e all’estero.

Vincitore edizione 2013
ELISA
SIGHICELLI

È nata a Torino nel 1968, dove vive e lavora.
Studia a Londra, alla Kingston University e alla Slade School. Si è affermata proponendo una sua tecnica particolare di light box. Si tratta di fotografie applicate su lastre di plexiglass che vengono parzialmente illuminate dal retro con fonti di luce che mettono in rilievo alcuni particolari della scena. Si creano così visioni di diversa profondità spaziale dense di suggestioni misteriose, ambienti in cui il tempo sembra essere sollecitato a fermarsi su un evento senza presenze umane, su loro possibili tracce e memorie, mentre intorno scorrono ombre di sera e di ignoto.
Ha partecipato a numerose mostre internazionali di rilievo.
Di recente la GAM, la Galleria Comunale di Arte moderna di Torino, le ha dedicato una personale.

Giuria

La giuria è composta da quattro direttori di musei d'arte contemporanea. Saranno loro a scegliere l'opera migliore e a premiare l'autore con una borsa di studio offerta dalla famiglia Frescobaldi.

presidente onorario di giuria
ANTONIO
PAOLUCCI

Direttore dei Musei Vaticani, è stato Soprintendente per il Polo Museale fiorentino. È entrato a 29 anni nella carriera direttiva dei Beni Culturali, è stato Soprintendente a Venezia e a Verona, direttore dell’Opificio delle Pietre Dure, Soprintendente per il Polo Museale fiorentino e Direttore Generale dei Beni Culturali per la Toscana. Da gennaio ’95 a maggio ’96 è stato Ministro dei Beni Culturali nel Governo Dini. Attualmente ricopre la carica di Presidente del Comitato Scientifico per le mostre d’arte nelle Scuderie del Quirinale. È vicepresidente del Consiglio Superiore dei Beni Culturali e consulente del Sindaco per i musei civici di Firenze. Il 4 dicembre 2007 è stato nominato da Papa Benedetto XVI Direttore dei Musei Vaticani.

FRANZISKA
NORI

È direttore del Centro di Cultura Contemporanea Strozzina (Fondazione Palazzo Strozzi, Firenze). Dal marzo 2007 è responsabile per il programma artistico del centro di cui è stata curatrice di mostre come “Sistemi emotivi” (2007), “Arte, prezzo e valore” (2008), “Gerhard Richter e la dissolvenza dell’immagine nell’arte contemporanea”, “As Soon As Possible” (2010), “Identità virtuali” e “Declining Democracy” (2011) e delle installazioni site specific nel Cortile di Palazzo Strozzi, realizzate da artisti come Michelangelo Pistoletto, Yves Netzhammer, Wang Yu Yang e Loris Cecchini. Si è laureata in antropologia culturale, letterature romanze e storia dell’arte presso l’università Johan Wolfgang Goethe di Francoforte. Dal 2000 al 2003 ha diretto il dipartimento di arti digitali “digitalcraft” presso il Museo di Arti Applicate di Francoforte (MAK), in cui è stata inaugurata la prima collezione museale dedicata a manufatti digitali. Dal 2005 al 2007 ha fatto parte del comitato scientifico della New Media International School dell’Università di Lubecca.

ANGELA
TECCE

Direttore di Castel Sant’Elmo della Soprintendenza per il Polo Museale Napoletano, tra i suoi numerosi incarichi ha diretto il Museo Pignatelli dal 1986 al 2009, nonché l’ordinamento della Sezione di Arte Contemporanea del Museo di Capodimonte nel 1996. Nel 2010 ha curato l’apertura a Sant’Elmo del Museo del 900 a Napoli. Pubblica interventi su cataloghi, riviste e libri, in particolare sull’arte del Novecento e su quella contemporanea. Ha partecipato all’organizzazione e alla ricerca scientifica di numerose mostre. Dal 1983 a oggi è corrispondente da Napoli del Il Giornale dell’Arte.

MARINA
PUGLIESE

Direttore del Museo del Novecento di Milano, storica dell’arte, si interessa degli aspetti materici, tecnici e conservativi dell’arte contemporanea, nonché della relazione tra opera e contesto espositivo. Laureata e specializzata all’Università di Genova, è stata borsista dell’Accademia dei Lincei e dell’Università di Pavia per il perfezionamento all’estero presso l’Università Paris 1 e dottoranda presso l’Università di Udine. È socio fondatore di Incca Italia e ne è stata coordinatore fino al giugno 2011. Tra le sue recenti pubblicazioni: Tecnica Mista; Materiali e procedimenti dell’arte contemporanea (Bruno Mondadori, 2006); L’Arte pubblica nello Spazio Urbano; Committenti Artisti e Fruitori, (con Carlo Birrozzi) (Bruno Mondadori, 2007); Monumenti effimeri; Storia e conservazione delle installazioni, (con Barbara Ferriani), (Mondadori Electa Milano 2009).

Note legali | © Marchesi Frescobaldi - P.IVA 01770300489