Artisti per Frescobaldi
Artisti per Frescobaldi
Il Progetto

Ludovico Pratesi, curatore, invita ogni anno tre artisti a interpretare una delle sei tenute dei Marchesi Frescobaldi in Toscana.

Il Premio Artisti per Frescobaldi    

Artisti per Frescobaldi è un Premio d’arte contemporanea che coinvolge ogni anno tre artisti delle ultime generazioni che scelgono la fotografia e i video come loro principale linguaggio espressivo.

Ideato da Tiziana Frescobaldi, il Premio si collega alla tradizione di mecenatismo della famiglia Frescobaldi, che dal Rinascimento è stata collezionista e vicina a molti artisti importanti. Artisti per Frescobaldi apre un nuovo capitolo nel rapporto tra la famiglia e l’arte.
Ludovico Pratesi, curatore scientifico, invita ogni anno tre artisti a interpretare una delle sei tenute dei Marchesi Frescobaldi in Toscana.

Al termine, le tre opere realizzate saranno valutate da una giuria di esperti che decreterà il vincitore.img_testo_progetto

Il Premio si svolge ogni anno in un paese diverso. La I edizione ha coinvolto tre artisti italiani. La II vede già coinvolti due artisti tedeschi ed un artista italiano e avrà luogo in Germania.

Ai tre artisti viene anche chiesto di realizzare il bozzetto d’un’etichetta, che andrà a vestire un numero limitato e numerato di bottiglie Magnum del vino più importante della tenuta protagonista di quell’edizione.

Parte del ricavato della vendita delle bottiglie speciali andrà a sostegno dell’arte contemporanea italiana.

Mecenatismo    

La famiglia Frescobaldi fin dal Rinascimento ha commissionato opere ad artisti dell’importanza di Filippo Brunelleschi e di Donatello, come si legge nel libro “I Frescobaldi, una famiglia fiorentina”, di Dino Frescobaldi e Francesco Solinas.

La storia della famiglia Frescobaldi è fortemente intrecciata con quella di Firenze e della Toscana. Vicini a Donatello, Michelozzo, e Artemisia Gentileschi, i Frescobaldi sono stati banchieri e commercianti; alcuni dei membri della famiglia, inoltre, si sono distinti in campo artistico, come Dino Frescobaldi, poeta che fu amico di Dante, e Girolamo, uno dei maggiori compositori dell’età Barocca.

Nel 1252, Lamberto fece costruire il Ponte Santa Trinita per collegare la piazza Frescobaldi e il Palazzo all’altra parte della città, realizzando così un capolavoro d’ingegneria. Alla metà del Quattrocento, Stoldo Frescobaldi incaricò Filippo Brunelleschi della costruzione della Basilica di Santo Spirito, edificata sul terreno di sua proprietà. In seguito, a metà del Seicento, Bartolomeo Frescobaldi chiamò il più famoso ritrattista del tempo, Lorenzo Lippi, per dipingere la serie dei personaggi più rappresentativi del casato.

Il ruolo di mecenati e promotori di arte contemporanea ha caratterizzato la famiglia fino ad oggi: nel 1985 Bona Frescobaldi fece sì che le celebri sculture di Arnaldo Pomodoro, due alte torri di ottone, restassero a Firenze dopo la chiusura della mostra al Forte Belvedere, esponendole per 10 anni nel giardino di Palazzo Frescobaldi.

Nel 2011 è stata inaugurata la nuova cantina della Tenuta dell’ Ammiraglia, in Maremma, realizzata dagli architetti Pietro Sartogo e Nathalie Grenon, dalle linee razionali e minimali, in pieno accordo con l’ambiente naturale nel quale s’inserisce.

Direttrice Artistica
Tiziana
Frescobaldi

Laureata in Lettere Moderne, collabora con alcuni giornali occupandosi di arte, turismo, enogastronomia.

Nel 1993 ha iniziato a lavorare stabilmente nella Marchesi de’ Frescobaldi, come responsabile della comunicazione e dell’immagine. All’impegno operativo in azienda unisce da sempre quello di organizzatrice di appuntamenti culturali e artistici.

La passione per l’arte e, in particolare, per il contemporaneo, l’ha portata nel 2012 a dar vita a questo Premio, che da un lato idealmente si collega alla storia della famiglia, che nei secoli è stata attiva, come committente e mecenate di artisti importanti, dall’altro rafforza il felice sodalizio fra vino e arte.

link link link
sfoglia la gallery
Ludovico
Pratesi
Curatore

Nato a Roma nel 1961, dopo una laurea in Storia dell’Arte Moderna, ha iniziato la sua carriera nel mondo dell’arte contemporanea assumendo la direzione artistica presso istituzioni museali pubbliche e fondazioni private. Tra le altre, dal 2001 è direttore artistico del Centro Arti Visive Pescheria del Comune di Pesaro, di Palazzo Fabroni a Pistoia e della Fondazione Guastalla, oltre a essere stato Consigliere d’Amministrazione della Quadriennale di Roma e ad avere fatto parte della Commissione per il Giubileo.

Dal 1989 cura mostre, convegni ed eventi di arte contemporanea in musei pubblici e gallerie private, dedicate principalmente ai giovani artisti italiani e internazionali. Dal 1985 collabora con diverse testate giornalistiche in qualità di critico d’arte (Repubblica, Venerdì, Affari e Finanza, Panorama, L’Espresso, Le Monde).

link link link link link
sfoglia la gallery
Note legali | © Marchesi Frescobaldi - P.IVA 01770300489